Growing Mindset

During childhood (and sometimes even know if the timing is right and I’m allowing myself) I was used to spent some time in the park close to my home, or more simply staying in the familiar place of my room wandering through my mind. My favorite patterns and subject were people, witnessing experiences. I wasContinue reading “Growing Mindset”

Language, reliable as experience.

Now that I am learning the subtle differences of English words I am aware on how clear is the statement that in some languages, multiple options can be represented by the same word. This point generates some reflections on a problem regarding the reliability of language and how – sometimes – the process of communication,Continue reading “Language, reliable as experience.”

In formazione

Quale è il modo in cui impariamo? Potremmo dire che molti di noi sono in grado di fare dei semplici e diretti collegamenti fra idee e concetti teorici, e questo è uno degli aspetti di base di ciò che si intende di solito per apprendimento. Occorre però menzionare un elemento che non è meno importante:Continue reading “In formazione”

Altruism: natural behavior or self-benefit?

These days of Christmas and New Year Eve holiday break I take some time to reflect on which can be a possible – objective – definition of real and effective altruism. If you’re asking yourself why I am so interested about, the answer is very simple but require some background as I am not theContinue reading “Altruism: natural behavior or self-benefit?”

Creativity ‘ad libitum’

There is a question that was brought to my attention during the last weeks… – What is creativity? Usually “creativity” researchers tend to define this concept something in the middle of both originality and meaningfulness, passing through utility in our daily life. Well, I can recognize the fact that if something is depicted as justContinue reading “Creativity ‘ad libitum’”

La musa di letterati e scienziati

C’è un concetto, apparentemente astratto, capace di avere quel sensibile e raro pregio di poter catturare l’attenzione e l’immaginazione di bambini, giovani adulti, anziani, fino ad arrivare a coloro che della matematica e la fisica ne hanno fatto una professione. Un concetto che spesso è stato definito un’idea, piuttosto facile da inquadrare e capace diContinue reading “La musa di letterati e scienziati”

Connecting ourselves

In order to feel more, and to feel the multiples ideas we aim to associate with ourselves, we connect. Nowadays we face a constant rush to retreat what we think we are, or aspire to be. It happens at work, with friends, within the educational context we encounter during our professional development and last butContinue reading “Connecting ourselves”

Profondità nascoste?

Superficiale e profondo: antinomi precursori di un senso di opposizione. La superficie di un oggetto si mostra, è evidente. Per noi è la cosa più accessibile e rappresenta le caratteristiche dell’oggetto rese note al resto del mondo; ai nostri simili. Esempi di immediato riferimento possono essere la superficie della Terra, la struttura e la saluteContinue reading “Profondità nascoste?”

Chiodi mentali

Oggi possiamo finalmente dire che i nostri repertori concettuali sono molto più ricchi e articolati di quelli che si associano ad epoche passate. Se ne abbiamo voglia, e disponiamo del tempo necessario, possiamo avventuraci nella scoperta della storia che riguarda quelle menti brillanti che hanno avuto l’opportunità (guadagnandosela a dovere) di scandire i periodi illuminantiContinue reading “Chiodi mentali”

Storytelling, a ritmo di sé

Oggi mi sono chiesta cosa significherebbe fare storytelling attraverso i social network. Sì, sempre loro, gli strumenti alla portata di ogni (buon) comunicatore che sa prepararsi a raccontare qualcosa ad un pubblico variegato verso il quale desidera illustrare (e accompagnare) ciò che fa nella vita e soprattutto come dovrebbe distinguersi nel farlo. Se vogliamo essereContinue reading “Storytelling, a ritmo di sé”